Saldi estivi #1: come fare i veri affari

 

Qualche consiglio per ottimizzare al meglio lo shopping durante i ribassi

L’unica certezza che riguarda i saldi è la data del loro inizio: ovvero, sabato 7 luglio. Per il resto, nessuna regola. O forse sì.

Ogni anno, infatti, sia d’estate che di inverno, gli esperti stilano un vademecum per rendere l’esperienza saldo il più produttiva possibile. Ad esempio, è bene programmare non uno, ma due «giri» di saldi. Uno nei primissimi giorni, appena sulle vetrine appare l’ambito cartello dei ribassi. L’altro alla fine di agosto, quando i saldi stanno per finire (in Toscana dureranno fino al primo di settembre).

I veri affari, infatti, si possono fare proprio quando le scarpe che bramate da mesi sembrano non interessare a nessuno, e il negoziante ne ha ancora diverse paia da smaltire. Poi: attenti alle taglie. Purtroppo, se un abito è piccolo non c’è speranza che un giorno vi possa stare (inutile patire la fame per entrare in un paio di jeans che vi sembrano un affare).

Diversamente, invece, si possono prendere in considerazione i capi (leggermente troppo) grandi: un buon sarto può fare miracoli (ma ne deve valere davvero la pena!). Infine, un approccio veramente intelligente al saldo potrebbe essere comprare oggi quello che sarà di moda (anche) in autunno (e che già conosciamo grazie alle anteprime in passerella). Qualche esempio? I colori fluo, le stampe animalier e le mini mini bag.

Loft Sneakers – Corso Roma, 87

MUST HAVE

Girardengo – Corso Roma, 66

ANIMALIER