Le mete più cool per le vacanze estive

Tra conferme e rivelazioni, cinque mete di tendenza da visitare nei prossimi mesi

Ancora indecisi su dove trascorrere le vacanze estive? L’imbarazzo della scelta è plausibile: il mondo è così vasto che non è facile optare per una meta piuttosto che l’altra. Eppure, come in tutti i settori, anche quello delle vacanze è interessato dalle mode, ovvero quei luoghi che, per un motivo o per l’altro, risultano particolarmente di tendenza.

Quali sono, quindi, le mete più cool del 2018? Ce lo rivela Sabrina Gilardi, titolare di Ranieri Viaggi (Corso Roma 52/54 – Montecatini Terme).

Partiamo da alcune conferme: le spiagge bianche e il mare cristallino di Sardegna e Formentera continuano ad affascinare migliaia di viaggiatori. Sono mete adatte a tutti, sia per chi viaggia con famiglia sia per coppie o comitive di amici”. Anche la Grecia si riconferma regina dell’estate: con le sue innumerevoli isole visitabili c’è solo l’imbarazzo della scelta. “Però – precisa Sabrina – per essere veramente cool bisogna andare a Mykonos. La famosa isola delle Cicladi, infatti, si fa apprezzare per la sua elegante mondanità e le strutture ricettive esclusive ma anche per le belle spiagge e i suoi vicoli tipicamente mediterranei, con case bianche e balconi fioriti. Senza dimenticare i caratteristici mulini sul mare.” Per coloro che, invece, vogliono lasciare l’Europa e prediligono viaggi intercontinentali la meta del 2018 è, senza dubbio, il Vietnam. “E’ un paese dai mille volti, ricco di bellezze naturali e paesaggi da cartolina – assicura Sabrina – nonché permeato di storia e testimonianze di un importante passato.I trekking in montagna, le spiagge paradisiache e le risaie verdeggianti ne fanno una delle mete imperdibili delle prossime vacanze. E, infine, un piacevole rilancio dopo anni di appannamento: Sharm el Sheikh. “Torna prepotentemente di moda l’Egitto – conclude Sabrina – con il suo clima sempre caldo, il mare e i fondali spettacolari, la grande ospitalità degli alberghi e le poche ore di volo, nonché i prezzi accessibili a ogni tipo di tasca”